Intacs o Myoring

La cura del cheratocono di stadio I, II, e III si può effettuare con un intervento mini invasivo come gli INTACS o il MYORING.

Grazie all’inserimento di anelli di materiale plastico all’interno della cornea questa assume una forma più regolare. La cura del cheratocono con questo tipo di intervento permette di migliorare la vista e la capacità di indossare lenti a contatto.

I vantaggi di questo tipo di intervento per cheratocono sono la reversibilità (è possibile rimuovere gli anelli riportando la situazione come prima dell’intervento), veloce recupero visivo, la pressoché assenza di dolore nel periodo postoperatorio e la rapida guarigione.

Gli INTACS sono anelli di materiale plastico che si introducono nella parte periferica della cornea permettendo di appiattire e regolarizzare il centro del cheratocono.

Il MYORING è un anello unico che viene inserito nella parte centrale della cornea è si propone di curare la irregolarità della cornea. E’ una novità nella cura del cheratocono promettente e ancora poco diffusa tra gli specialisti della cornea in Italia.

La scelta tra MYORING o INTACS dipende molto dalla topografia corneale nel cheratocono.

Jessica Tomasello, Catania

Votazione: Eccellente
Ho 23 anni e sono affetta da cheratocono in stadio avanzato in entrambi gli occhi.
A causa di continui disturbi ed emicranie sono andata da vari oculisti e ho portato lenti a contatto, ... Continua a leggere la testimonianzama con risultati pessimi. Peggioravo di giorno in giorno.

Dopo varie ricerche, attraverso google, ho conosciuto il Dott. Badalà che alla prima visita mi ha consigliato il trapianto di cornea lamellare anteriore DALK.

Mi sono operata all’ occhio sinistro dopo quattro mesi e ho avuto solo piccoli fastidi che con il tempo sono andati via, ma nessun dolore. La vista è migliorata da subito!

Sono passati sei mesi dal primo intervento e a breve farò il trapianto anche nell’ altro occhio.

Posso dire che il dott. Badalà è davvero un bravo medico e mi sento di consigliarlo a chi avesse il mio stesso problema: il cheratocono.