Trapianto di Cornea: in Cosa Consiste e Quali Novità

Il Trapianto di Cornea oggi non è più invasivo come un tempo, nella gran parte dei casi è un trapianto di cornea selettivo dove non si sostituisce più tutta la cornea ma solo la parte di cornea malata lasciando la parte di cornea sana del paziente con tempi di recupero estremamente veloci.

Le novità sul trapianto di cornea per cheratocono e sul trapianto di cornea per cornea guttata in una video intervista al Dottor Badalà  che ha introdotto in Italia le ultime innovazioni sul trapianto della cornea.

La cornea è la parte trasparente dell’occhio, quella che sta davanti la pupilla e davanti l’iride. Ci sono tante malattie che possono rovinare la cornea; le più diffuse sono il Cheratocono e la Distrofia di Fuchs o Cornea Guttata. In queste malattie la cornea si rovina in maniera progressiva.

Trapianto di Cornea per Cheratocono

Nel cheratocono succede che la cornea si assottiglia e viene in fuori in modo lento e progressivo, la vista di conseguenza diventa sempre più distorta e le immagini sempre più sfuocate, quando la vista non è più sufficiente, allora occorre procedere con l’intervento di trapianto di cornea. 

Oggi il trapianto di cornea per cheratocono non è più l’intervento che era qualche anno fa, non si sostituisce più la cornea per intero, non si esegue, per intenderci, un trapianto di cornea convenzionale ma si esegue un trapianto di cornea selettivo. 

Nel Cheratocono lo strato più interno della cornea è sano e viene lasciato, lo strato più esterno viene sostituito, si fa allora un trapianto che si chiama DALK (Deep Anterior Lamellar Keratoplasty) . 

Trapianto di Cornea per Cornea Guttata

trapianto mininvasivo DMEKNella distrofia di Fuchs o cornea guttata quello che si rovina è lo strato più interno della cornea, chiamato endotelio. La cornea si gonfia, diventa sempre più spessa e la vista sempre più appannata. In questo caso si sostituisce semplicemente l’1% della cornea (l’endotelio).

Sono le cellule endoteliali ad essere malate e solo le cellule endoteliali vengono sostituite, quindi la cornea rimane quella che è, non si mettono punti di sutura, si fa un trapianto di cornea senza punti di sutura dove si ha la possibilità di tornare a vedere bene già appena un mese dopo l’intervento. Questo tipo di Trapianto di cornea si chiama DMEK (Descemet Membrane Endothelial Keratoplasty).

Oggi è il tempo della speranza per i nostri pazienti. Chi soffre di malattie della cornea oggi ha tutta una serie di possibilità che qualche anno fa non c’erano, che permettono di avere dei risultati molto soddisfacenti e in tempi relativamente brevi.

Solo un centro ad avanguardia, un centro dove si eseguono tutte le diverse tipologie di trapianto di cornea potrà consigliarvi su quello che è il trapianto di cornea più indicato nel caso specifico.
Vi invitiamo a visitare la sezione sulla chirurgia della cornea per gli approfondimenti del caso e la sezione Testimonianze per incoraggiarvi con le esperienze dei pazienti operati con le più innovative soluzioni per le malattie della Cornea.