Intacs o Myoring

La cura del cheratocono di stadio I, II, e III si può effettuare con un intervento mini invasivo come gli INTACS o il MYORING.

Grazie all’inserimento di anelli di materiale plastico all’interno della cornea questa assume una forma più regolare. La cura del cheratocono con questo tipo di intervento permette di migliorare la vista e la capacità di indossare lenti a contatto.

I vantaggi di questo tipo di intervento per cheratocono sono la reversibilità (è possibile rimuovere gli anelli riportando la situazione come prima dell’intervento), veloce recupero visivo, la pressoché assenza di dolore nel periodo postoperatorio e la rapida guarigione.

Gli INTACS sono anelli di materiale plastico che vengono introdotti nella parte periferica della cornea permettendo di appiattire e regolarizzare il centro del cheratocono.

Il MYORING è un anello unico che viene inserito nella parte centrale della cornea è si propone di curare la irregolarità della cornea. E’ una novità nella cura del cheratocono promettente e ancora poco diffusa tra gli specialisti della cornea in Italia.

La scelta tra MYORING o INTACS dipende molto dalla topografia corneale nel cheratocono.

Rachid El Khattab, Milano

Votazione: Eccellente
Soffro di cheratocono da diversi anni e di recente ho fatto il trapianto di cornea a entrambi gli occhi: uno a luglio 2014 e l’altro a marzo 2015.
Prima dell’intervento avevo -12 di astigmatismo e -5 di miopia e non... Continua a leggere la testimonianza vedevo nulla.
Grazie al dottor Badalà due mesi dopo il trapianto ho ripreso a fare la mia vita normale, guidare la macchina, usare il computer e lavorare tranquillamente.