EyeMax: Intervista su Nuova Terapia per Maculopatia

EyeMax è una nuova opportunità per migliorare la vista di chi soffre di Maculopatia

Il Dott Badalà tra i più esperti utilizzatori di questa lente. E’ stato intervistato dalla Rivista Scientifica Ocular Surgery News in occasione della sua presentazione al congresso della Società Europea di Chirurgia della Cataratta e Refrattiva (ESCRS) a Vienna dal 22 al 26 settembre 2018. (questo il link per articolo originale in lingua inglese)

La lente intraoculare EyeMax non è un telescopio, non è un prisma, non è una lente di ingrandimento. Introduce per la prima volta un nuovo concetto nel mondo delle lenti intraoculari destinate a chi soffre di Maculopatia. Esse utilizzano per la prima volta delle modifiche della sfericità longitudinale e trasversale per allargare il campo dell’immagine. EyeMax è la prima lente intraoculare a larghezza di campo aumentata” afferma il Dott. Badalà intervistato da Ocular Surgery News.

EyeMax è costruita per proiettare immagini ben a fuoco non solo al centro della macula ma anche fino a 10 gradi intorno al centro.

Alcuni dati

Il Dottor Badalà ha presentato i dati di 96 pazienti impiantati con la lente EyeMax con un Follow-up da sei mesi a due anni. “I pazienti con lesioni piccole e una vista superiore ad 1/10 hanno avuto un miglioramento visivo maggiore. I pazienti hanno riportato per lo più un grande vantaggio nella capacità di leggere. In molti casi questo intervento ha cambiato la vita dei pazienti, anche se nel 5% dei casi non si è osservato alcun beneficio”.

“La lente EyeMax può essere impiantata in un occhio solo ma i pazienti che la hanno impiantata in entrambi gli occhi hanno avuto il vantaggio maggiore soprattutto per leggere. L’intervento di cataratta in chi soffre di maculopatia produce un modesto miglioramento della vista, circa 6.5-7.5 lettere ETDRS secondo quanto pubblicato nella letteratura

scientifica. Nella nostra casistica con la lente EyeMax il miglioramento visivo è stato il doppio di quanto riportato in letteratura con lenti intraoculari standard (14-16 lettere ETDRS).  Risultati in linea con quanto pubblicato dai colleghi inglesi e tedeschi” afferma il Dottor Badala.

EyeMax può essere utilizzata nella versione add-on anche nei pazienti già operati di cataratta. Per maggiori informazioni potete visitare la sezione testimonianze di questo sito dove alcuni pazienti operati raccontano la loro esperienza con l’impianto della lente EyeMax.