Abrasione della Cornea - Cornea Graffiata

La cornea graffiata o abrasione corneale consiste nella perdita dello strato superficiale della cornea chiamato epitelio. Si puo’ osservare dopo un trauma come una ditata nell’occhio, per esempio, oppure per una distrofia della cornea.

La distrofia della cornea ha spesso una componente familiare. Di solito è rovinata la membrana di Bowman della cornea, ciò fa si che l’epitelio della cornea non sia stabile e si stacchi ripetutamente al minimo trauma, come l’apertura degli occhi nella notte. Il sintomo della cornea graffiata o abrasione corneale è un forte dolore che migliora tenendo l’occhio chiuso.

La terapia consiste nel bendaggio e nel riposo. L’epitelio riscresce da solo nell’arco di un paio di giorni. Fondamentale, per evitare il rischio di infezioni, è fare una visita oculistica. Chi soffre di abrasione della cornea ricorrente o recidivante puo’ effettuare trattamenti specifici come:

  • Chirurgia laser della cornea (PTK)
  • Cheratectomia superficiale con bisturi di diamante (diamond burr polishing).

Ho la cornea graffiata: cosa devo fare?

La cornea graffiata è una condizione molto dolorosa, ma guarisce di solito spontaneamente nell’arco di pochi giorni. La cornea si puo’ graffiare durante il trucco, a seguito di un trauma o per colpa di una lente a contatto o, ripetutamente, nel caso di distrofia della cornea.

Occorre utilizzare un collirio antibiotico per prevenire infezioni della cornea e di solito tenere l’occhio chiuso dà sollievo e velocizza la guarigione. Occorre contattare il proprio oculista per le cure del caso.

Valentina Moncada, Siracusa

Votazione: Eccellente
Ho eseguito diversi interventi per correggere una miopia molto elevata (impianto di lente fachica, laser ad eccimeri ed intervento di cataratta), successivamente mi venne diagnosticato un edema della cornea e venni opera... Continua a leggere la testimonianzata di trapianto di cornea DSAEK a Messina.
Il problema sembrava risolto, ma a distanza di un anno la cornea trapiantata non funzionava più e persi totalmente la vista all'occhio operato.
Non sapendo più come fare, cerco su internet e trovo informazioni sulle tecniche innovative del Dott. Badala'; lette recensioni di pazienti e ascoltato consigli di oculisti della mia zona, decido di fissare una visita a Catania.

Il Dott. Badala’ mi conferma un nuovo edema della cornea, dovuto al fatto che la cornea trapiantata con la DSAEK non funzionava più, e mi consiglia un secondo trapianto di cornea stavolta con la nuova tecnica DMEK.

Speranzosa di risolvere il problema, ho accettato di fare l’intervento e già dopo 15 giorni riesco a vedere bene!

Sono passati adesso circa sei mesi e col passare del tempo la vista migliora sempre più. Grazie mille al Dott. Badala' che mi continua a seguire con grande professionalità!