Ho un'infezione alla Cornea è grave?

    Le infezioni alla cornea (cheratite, ulcera della cornea) sono spesso frutto dell’uso improprio di lenti a contatto e richiedono grande attenzione.

    Se non curate tempestivamente possono esitare in cicatrici della cornea che limitano la vista.

    Davanti ad un occhio rosso in un portatore di lenti a contatto è doveroso sospettare una infezione alla cornea. Occorre sospendere l’uso delle lenti a contatto e rivolgersi all’oculista.

    Se dovesse formarsi una cicatrice corneale potrà essere curata mediante una tecnica laser nota come PTK oppure, nei casi gravi, mediante il trapianto della cornea.

    Recensione Intervento di Trapianto di Cornea DMEK.

    Maria Rita Maggiori, Pula (CA)

    Sei giorni dopo il Trapianto di Cornea DMEK per cornea guttata sono passata da 6/10 a 10/10 di vista. Non ho sentito assolutamente nulla né durante né dopo l’intervento.
    Appena tre giorni dopo mi sono accorta di ved... Continua a leggere la testimonianzaere finalmente i colori che prima dicevo di vedere ma non era cosi. Adesso il nero è nero mentre prima il nero era grigio.

    Faccio il confronto con l’altro occhio, che doveva essere l’occhio più sano, e non c’è alcun paragone. Con l’occhio non ancora operato credevo di vedere bene, ma solo ora mi accorgo che in realtà non vedo i colori. Perché con l’occhio operato invece i colori li vedo. E’ come se vedessi tridimensionale! Al mattino quando mi alzo faccio  il controllo per vedere che sia ancora effettivamente così, tanto sono meravigliata.

    Non vedo l’ora di poter operare anche l’altro occhio. Lo farei anche domani.
    Se io avessi fatto il trapianto di cornea tradizionale avrei dovuto aspettare un anno per recuperare la vista e sarei stata soggetta ad un rischio di rigetto molto più alto.

    Io appena tre giorni dopo ci vedo! Grazie alla DMEK!

    Chi mi sta vicino non mi sopporta più perché non faccio altro che condividere questa mia gioia. Io sono strafelice. Grazie!

    Guarda il video con la testimonianza della Sig.ra Maria Rita Maggiori