Miopia: Cause e Sintomi

La Miopia e i sintomi della Miopia

La miopia è un difetto della vista, a causa della quale i raggi luminosi provenienti da un oggetto a grande distanza non si focalizzano sulla retina ma davanti ad essa. La conseguenza è che gli oggetti osservati tendono ad apparire sfocati, e la visione è migliore o nitida a breve distanza.

La miopia è il difetto di vista più frequente nella nostra popolazione, il miope vede male a distanza.

La miopia si misura in diottrie: più un occhio è miope maggiori sono le diottrie di miopia. L’acuità visiva o visus si misura in decimi, in pratica se seduti ad una distanza fissa dall’ottotipo (così si chiama il tabellone per l’esame visivo) riuscite a leggere 10 righe, avete dieci decimi, se ne leggete sei avete sei decimi e così via.

La diottria è il potere della lente che ci permette di ottenere la visione migliore quando si ha un difetto visivo, quindi non indica quanto si vede, ma il potere della lente per avere la migliore visione.

Si distinguono miopia lieve fino a quattro diottrie, miopia media fino a otto diottrie e miopia grave superati questi valori.  Bastano però poche diottrie (2-3) perchè senza occhiali o lenti a contatto ci si senta persi nella “nebbia” della propria scarsa visione. Correggere la miopia è quindi necessario per la maggioranza delle persone miopi.

Togliere occhiali e lenti a contatto

Oggi correggere la miopia è possibile con occhiali, lenti a contatto oppure grazie all’intervento laser miopia. Si possono togliere gli occhiali e le lenti a contatto cioè si può curare la miopia  in modo definitivo mediante:

L’ultima novità è la lente intraoculare hi tech personalizzabile con il laser.  Questo intervento per la miopia è stato eseguito a Milano per la prima volta dal dott Badalà nel 2010.

Le Cause della Miopia

La miopia è dovuta generalmente a una lunghezza eccessiva del bulbo oculare.

Un’altra causa può essere un’alterata curvatura della cornea o del cristallino. Nelle fasi iniziali e intermedie della cataratta oppure a seguito di alterazioni metaboliche (diabete per esempio) si può manifestare miopia a seguito di alterazione dell’indice di rifrazione dei mezzi oculari come il cristallino.

Un alterazione della forma della cornea che si osserva nel cheratocono comporta la presenza di miopia e astigmatismo che aumentano nel tempo.

Come (non) guarire in modo naturale

Da molto tempo si sente parlare di diverse tecniche per guarire in modo naturale dalla miopia senza interventi oppure occhiali. Una di queste tecniche è la ortocheratologia. Consiste nell’indossare delle speciali lenti a contatto durante la notte, al mattino al risveglio si tolgono queste lenti a contatto e si vede bene.

Ciò che accade è che queste lenti a contatto deformano la cornea appiattendola durante la notte cosi che durante il giorno si vede meglio. Funzionano un pò come un corpetto che indossato durante la notte fa sembrare più magri al risveglio. Il rischio è di rovinare la cornea con queste deformazioni indotte ripetutamente.

Manuele Terranova, Rosolini (Sr)

Votazione: Eccellente
Problema: Miopia
Soluzione: PRK
Sono miope dall’età di 12 anni e sin da allora non vedevo l'ora di raggiungere l'età adeguata per l'intervento, praticando sport quotidianamente gli occhiali infatti erano pr... Continua a leggere la testimonianzaoprio scomodi.

A 24 anni ho conosciuto il Dott. Federico Badalà medico oculista preparatissimo e gentilissimo.

Il Dott. Badalà, onorando la categoria alla quale appartiene, mi ha permesso di raggiungere l'obbiettivo da me sperato, ovvero eliminare gli occhiali.

Avevo una Miopia di -5.0 diottrie per occhio e dopo 40 giorni l'intervento di PRK in entrambi gli occhi ho un visus di 10/10; ho recuperato totalmente la vista!

L'intervento in sé non è doloroso, più che altro fastidioso nella fase in cui viene rimosso l'epitelio, e in quella successiva al laser in cui vi è un getto di liquido.

Subito dopo essermi alzato dal lettino vedevo già bene anche se ma leggermente appannato. I giorni più fastidiosi sono stati circa 2/3 nei quali ho avuto fastidio alla luce.

Dopo una settimana, quando viene tolta la lente protettiva, si torna alla vita ordinaria e, con la dovuta accortezza nel seguire la terapia post-operatoria del medico, otterrete indubbiamente un ottimo risultato.

Concludo consigliando a tutti l'intervento di PRK al quale mi sono sottoposto, ma consiglio di cuore  il professionale Dott. Badalà, medico competente e pragmatico; con l'auspicio che tutti i pazienti possano rimanere soddisfatti da ogni medico come lo sono rimasto io.