PRK

PRK per la Miopia

La PRK (Photo Refractive Keratectomy) è l’intervento laser miopia più eseguito in Europa. E’ un intervento eseguito con un laser ad eccimeri che emette un fascio di luce ultravioletto con altissima energia specifica, ma basso potere penetrante nelle cellule biologiche, causando una fotoablazione (le cellule colpite dal fascio vengono vaporizzate ed espulse) per dissociazione molecolare su strati infinitesimali e senza danno per le cellule adiacenti. Nel PRK l'Epitelio viene allontanato per favorire l'utilizzo del laser ad eccimeri

La PRK è particolarmente efficace nel trattamento della miopia: in questo caso lo specialista rimuove la parte centrale più superficiale della cornea, detta epitelio corneale, ottenendone così un appiattimento. Viene altresì usato come trattamento per correggere ipermetropia ed astigmatismo.

Procedura di intervento tramite PRK

La PRK è una procedura ambulatoriale: il paziente entra ed esce con le sue stesse gambe, non è richiesto il ricovero. L’ intervento del laser non richiede più di un paio di minuti e si rimane svegli per tutto il tempo. In alcuni casi si somministra un blando sedativo per bocca. La maggior parte delle persone non sente nessun dolore durante la PRK, i nostri occhi sono prima anestetizzati con un alcune gocce di collirio anestetico. In seguito si viene fatti sdraiare sulla poltrona dell’oculista e posizionati sotto l’apparecchio laser per l’intervento.

E’ fondamentale per il buon risultato dell’intervento la qualità dello strumento laser ad eccimeri a disposizione. Alcuni tipi di Laser sono piu indicati per la cura della miopia altri hanno dei punti di forza nella cura della ipermetropia e astigmatismo.

Il dott. Badalà utilizza a Milano e a Catania diversi Laser di ultima generazione per la cura della miopia, provvisti di controllo dei movimenti dell’occhio del paziente (eyetracker) e di riconoscimento della pupilla per garantire il massimo della sicurezza e della precisione.

Ilaria Denti, Milano

Votazione: Eccellente
Problema: Miopia
Soluzione: PRK
Sono stata sottoposta a intervento di PRK per correzione di miopia circa una settimana fa.
L'intervento in sé è piuttosto breve e non è doloroso, più che altro un po' fastidioso (ma assolutamente sopportabile).
Imm... Continua a leggere la testimonianzaediatamente dopo l'intervento ho avvertito, come previsto, bruciore e fastidio all'esposizione alla luce, ma già notavo che la miopia era notevolmente migliorata.
A casa mi sono sistemata in una stanza al buio per i primi 3 giorni perché la luce era fastidiosa e fino al 2° giorno il bruciore era intenso, ma già dal 4° giorno riuscivo a stare alla luce con gli occhiali da sole e la visione era piuttosto nitida.

Ad una settimana dall'intervento ho ripreso quasi pienamente le normali attività della vita quotidiana, ovviamente con dovute accortezze (es. evitare di stare troppo tempo al PC, evitare il trucco).

Ora vedo molto bene, pur essendo ancora in una fase di assestamento. 4-5 giorni di fastidio e bruciore valgono sicuramente la pena per liberarsi degli occhiali e quindi consiglio sicuramente la PRK.

Ringrazio il Dott. Badalà e lo staff della clinica per la professionalità e la disponibilità!