Coronavirus: la Paura, la Scienza, la Speranza

Ecco le informazioni utili per prevenire il contagio e capire i rischi reali legati al Coronavirus, causa della Covid19. Li dove domina la paura, possano gli ultimi dati scientifici portare consapevolezza e speranza.

Il virus, verosimilmente, continuerà a girare in Italia ed in Europa almeno fino all’arrivo della bella stagione, quando le malattie respiratorie diventano ben più rare. Occorre dunque attrezzarsi per conviverci al meglio, partendo da un’informazione adeguata.

 

Sintomi e conseguenze principali

Il Virus si manifesta con sintomi simili al raffreddore ed in alcuni casi può produrre anche una congiuntivite. La maggior parte dei soggetti contagiati manifesta sintomi lievi o può addirittura essere asintomatico (circa 80%). In una piccola percentuale di casi si manifesta una polmonite. Questa è la principale differenza con il ben più diffuso virus dell’influenza, che provoca sintomi simili ma assai di rado produce una polmonite.

La Polmonite da Coronavirus può essere una complicanza seria, soprattutto in soggetti anziani e con altre malattie come diabete, insufficienza renale, in malati oncologici o con insufficienza cardiaca, Per curare questi malati può essere necessario il ricovero in terapia intensiva, visti i numeri in rapida crescita del contagio in Italia, il timore è di non disporre di letti di terapia intensiva a sufficienza. 

#IoRestoACasa

Questo è il contributo principale che ciascuno di noi può dare a questa emergenza sanitaria nazionale. Limitare al massimo la possibilità di contagio è cruciale perché non ci sono risorse adeguate per curare tutti se il contagio continua. Siamo disponibili per consulti urgenti, via telefono, chat e attraverso il nostro canale Facebook.  

Come ridurre il rischio di contagio da Coronavirus

Il Virus si contagia per via aerea, quindi il contatto con le goccioline di saliva di una persona infetta può trasmettere la malattia. La promiscuità con le persone contagiate aumenta il rischio di ammalarsi. Toccare una superficie dove siano depositate particelle di saliva di un ammalato e poi toccarsi bocca, naso oppure occhi aumenta il rischio di contrarre il virus. Ecco allora alcuni consigli pratici utili a tutti:

Lavarsi le mani spesso

starnuto coperto e lavaggio accurato delle mani per non diffondere il CoronavirusLavarsi frequentemente le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica uccide il Virus che eventualmente sia venuto in contatto con le mani toccando superfici infette oppure persone infette.

Mantenere a distanza chi sta male

Mantenere almeno un metro di distanza con chi tossisce, starnutisce o manifesta sintomi tipici del raffreddore. Chi tossisce o starnutisce infatti diffonde goccioline di saliva che possono contenere il virus COVID 19 se la persona è contagiata.

Non toccarsi Occhi, Naso e Bocca

Evitare di introdurre nel corpo il Coronavirus toccando occhi, naso e boccaLe mani toccano diverse superfici e possono quindi prendere il virus, una volta contaminate le mani possono trasferire il virus sulla bocca sul naso e sugli occhi, da qui il virus penetra nell’organismo e ci si ammala. La porta di ingresso del virus sono le mucose della bocca del naso e degli occhi. Occorre pertanto fare particolare attenzione anche quando ci si trucca gli occhi oppure si mettono e tolgono le lenti a contatto, mantenendo sempre un ottimo livello di igiene delle mani prima, durante e dopo queste operazioni.

Seguire Norme di Buon Igiene

Quando si starnutisce sarebbe opportuno coprire naso e bocca con il gomito piegato oppure con un fazzoletto di carta che viene poi subito eliminato. Le goccioline di saliva che si liberano quando si starnutisce possono contenere virus ed in questo modo si minimizzano i rischi di contagio.

Non serve utilizzare la mascherina

La mascherina può essere utile solo se ci si trova in prossimità Per il Coronavirus è necessario indossare la mascherina?di persone con sintomi simili al raffreddore, di cui ci si prende cura oppure se si tossisce e starnutisce. Altrimenti è inutile ed in ogni caso è fondamentale associarla ad una corretta igiene delle mani, in caso contrario non si raggiunge lo scopo.

Diffusione attesa del Coronavirus

Il Virus COVID 19 è destinato a rimanere in giro per diverse settimane e purtroppo a diffondersi, visto che spesso i pazienti sono asintomatici. Stravolgere il proprio stile di vita rischia di essere pericoloso, piuttosto sarebbe opportuno che diventassero prassi quotidiana buone norme di igiene, che, se osservate da tutti, ridurrebbero di molto il rischio di diffusione del virus.

Queste informazioni ed ulteriori approfondimenti sono disponibili sul sito della Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS- WHO) https://www.who.int/emergencies/diseases/novel-coronavirus-2019

La Speranza Arriva dagli USA 

Ecco il  farmaco antivirale sviluppato dalla Azienda Americana  Gilead Sciences come cura per il virus Ebola che si è rivelato efficace contro i coronavirus, compresi i virus che causano la MERS e SARS. Il nuovo farmaco si è rivelato efficace nella cura di alcuni pazienti affetti da COVID 19, come quelli curati allo Spallanzani di Roma o  nella Contea di Snohomish a Washington. E’ in corso uno studio di fase 3 in Cina su 800 pazienti per valutare efficacia e sicurezza della cura su larga scala. Per ulteriori approfondimenti è consultabile il sito specifico della Gilead https://www.gilead.com/purpose/advancing-global-health/covid-19
In attesa che questa e altre cure vengano validate rinnoviamo l’appello #IoRestoACasa per tutelare la salute di tutti e dei piu deboli.

Per chi fosse interessato ad approfondire il coinvolgimento degli occhi con il Coronavirus o approfondire le altre cure e interventi sugli occhi, siamo raggiungibili anche via Chat.