PRK

La PRK (Photo Refractive Keratectomy) è l’intervento laser per presbiopia più eseguito in europa. E’un intervento eseguito con un laser ad eccimeri che emette un fascio di luce ultravioletto con altissima energia specifica, ma basso potere penetrante nelle cellule biologiche, causando una fotoablazione (le cellule colpite dal fascio vengono vaporizzate ed espulse) per dissociazione molecolare su strati infinitesimali e senza danno per le cellule adiacenti.La PRK è particolarmente efficace nel trattamento dell’presbiopia: in questo caso lo specialista rimuove la parte periferica più superficiale della cornea, detta epitelio corneale, ottenendone così un incurvamento. Viene altre sì usato come trattamento per correggere ipermetropia e miopia.

La PRK è una procedura ambulatoriale: il paziente entra ed esce con le sue stesse gambe, non è richiesto il ricovero. L’ intervento del LASER non richiede più di un paio di minuti e si rimane svegli per tutto il tempo. In alcuni casi viene dato un blando sedativo per bocca.

La maggior parte delle persone non sente nessun dolore durante la PRK: i nostri occhi sono prima anestetizzati con un alcune gocce di collirio anestetico, poi si viene fatti sdraiare sulla poltrona dell’oculista e posizionati sotto l’apparecchio laser per l’intervento.

E’ fondamentale per il buon risultato dell’intervento la qualità dello strumento laser ad eccimeri a disposizione. Alcuni tipi di Laser sono più indicati per la cura della miopia altri hanno dei punti di forza nella cura della ipermetropia e presbiopia. Il Dott Badala utilizza a Milano e a Catania diversi Laser di ultima generazione per la cura dell’ presbiopia, provvisti di controllo dei movimenti dell’occhio del paziente (eyetracker) sia di riconoscimento della pupilla.

Antonio Parrino, Milano

Votazione: Eccellente
Problema: Astigmatismo, Ipermetropia, Presbiopia
Soluzione: PRK
Ho fatto una seconda PRK per ipermetropia, astigmatismo e presbiopia a gennaio 2014.
Circa dieci anni fa ho fatto una PRK per correggere la miopia. Nel corso degli anni la mia vista è peggiorata e allora ho conosciuto ... Continua a leggere la testimonianzail Dott. Badala' che mi ha proposto un ritrattamento PRK customizzato.
Il risultato a 6 mesi dall'intervento è molto buono: ho recuperato la visione da lontano ed anche da vicino (eliminando gli occhiali da lettura).

Il suggerimento che posso dare per chi approccia l'operazione per la prima volta è quello di concentrarsi per tenere immobile l'occhio durante il funzionamento del laser.

Durante l'operazione non si sente nulla per cui la si può affrontare con tranquillità. Dopo l'operazione al secondo/terzo giorno ho avvertito un fastidio all'occhio che però ritengo sopportabile anche senza antidolorifici.

E' molto importante seguire meticolosamente le indicazioni del medico come ad esempio: l'uso dei colliri, l'utilizzo degli occhiali da sole, il riposo, non toccare l'occhio ed evitare traumi... per i primi giorni ci vuole un po' di pazienza ma nelle settimane successive il risultato si apprezza ogni giorno di più.