Trapianto di Cornea Lamellare Anteriore o DALK

L’ultima novità nel trapianto di cornea per cheratocono è il trapianto di cornea lamellare anteriore (DALK). Il trapianto di cornea lamellare anteriore (DALK) consiste nella sostituzione della porzione anteriore del tessuto corneale (stroma). Questo tipo di trapianto di cornea è indicato nei casi di:

  • cheratocono (per cornee senza danno della membrana di Descemet)
  • cicatrici corneali superficiali in seguito a traumi o infezioni.

Il trapianto di cornea lamellare anteriore può essere eseguito con diverse tecniche. La tecnica più innovativa di trapianto di cornea lamellare anteriore è la tecnica big bubble DALK,in cui con grande perizia tecnica manualmente si separano i vari strati della cornea, altre tecniche prevedono l’uso di un microcheratomo o di un laser ad eccimeri o a femtosecondi.

Tutte le tecniche hanno come scopo la rimozione dello stroma fino all’endotelio in modo da creare un’interfaccia, su cui suturare il lembo trapiantato, il più possibile omogenea per garantire una migliore qualità visiva post-operatoria.

Il vantaggio del trapianto di cornea lamellare (DALK) rispetto al trapianto di cornea tradizionale è che le probabilità di rigetto della cornea sono inferiori essendoinferiore la porzione di tessuto trapiantato.

Il lembo corneale del donatore è suturato secondo le stesse modalità del trapianto di cornea a tutto spessore. Un altro vantaggio del trapianto di cornea lamellare anteriore è che la rimozione della sutura può essere fatta prima con un recupero visivo più veloce quindi rispetto al trapianto di cornea convenzionale.

Questo è particolarmente importante nei pazienti con cheratocono in cui si fa il trapianto di cornea lamellare anteriore, perche sono persone giovani e attive.

Il Dott. Badalà esegue il trapianto di cornea lamellare anteriore con tecnica DALK per la cura del cheratocono a Milano e Catania. Tiene corsi su questa innovativa tecnica di trapianto della cornea ai maggiori congressi internazionali.

Recensione Intervento di Terapia Medica.

Carmine Rapanà, Catania

Problema: Cheratocono
Soluzione: Terapia Medica
Ho il Cheratocono per il quale da cinque mesi ho cominciato una terapia medica ed ho cambiato alcune mie abitudini. Non ho più sfregato l’occhio, ho eseguito una tera... Continua a leggere la testimonianzapia con gocce mattino e sera ed ho dormito con una conchiglia protettiva o comunque senza poggiare l’occhio interessato sul cuscino. Oggi mi ritrovo con una situazione visiva migliorata.

Non sfrego più gli occhi, dormo con la conchiglia di protezione e mi ritrovo con la vista sensibilmente migliorata senza la necessità di nessun intervento in appena cinque mesi!

Sono venuto a visita proprio per la possibilità di dover fare un intervento per il cheratocono ed oggi mi ritrovo con il cheratocono che si è arrestato e la vista che è migliorata senza nessun intervento.

Grazie Dott. Badala!
Guarda il video con la testimonianza del Sig. Carmine Rapanà