Cross-Linking

L’intervento di crosslinking nel cheratocono ha il razionale di rallentare la progressione della malattia. Questo trattamento è indicato in soggetti con cheratocono nelle fasi iniziali come nel cheratocono frusto per prevenire il peggioramento.

L’intervento di crosslinking si propone di aumentare i legami tra le fibrille di collagene che compongono la cornea per renderla più resistente.L’operazione di cross linking dura circa un’ ora nell’arco della quale si imbibisce la cornea con una sostanza chiamata riboflavina e poi si illumina la cornea con raggi ultravioletti A. La cura del cheratocono con cross linking può essere effettuata togliendo l’epitelio della cornea (epi-OFF) oppure lasciando l’epitelio della cornea integro (epi-ON) le due metodiche hanno vantaggi e svantaggi che andranno discussi nel singolo caso. Dopo l’intervento di cross linking c’è da aspettarsi un certo livello di fastidio all’occhio per almeno un paio di giorni.

Il risultato della operazione di cross linking della cornea si osserva di solito dopo alcune settimane o mesi è descritto un miglioramento fino a dopo un anno dalla procedura. Lo scopo del crosslinking nel cheratocono non è migliorare la vista ma evitare un peggioramento della vista stessa con la progressione del cheratocono.

Il Dottor Badalà esegue trattamenti di crosslinking cheratocono a Milano e Catania. Possibili complicazioni del trattamento di cross linking includono un danno dei raggi ultravioletti sulla cornea, sul cristallino e sulla retina, per questo motivo quando il cheratocono è avanzato e la cornea è molto sottile il trattamento di cross linking è controindicato.

Matteo Crisà, Carini (PA)

Votazione: Eccellente
Problema: Cheratocono
Soluzione: Cross Linking
Circa due anni addietro mi venne diagnosticato il Cheratocono in entrambi gli occhi.
All'inizio ero molto scoraggiato perché il medico mi aveva detto che l'unico rimedio sarebbe stato il trapianto di cornea; poi naviga... Continua a leggere la testimonianzando su internet mi sono imbattuto sul sito web del Dott. Badalà, dove venivano illustrati dei metodi diversi per la cura del cheratocono e decisi di prenotare una visita.
Il Dott. Badalà mi consigliò di sottopormi all'intervento di Cross Linking in entrambi gli occhi, ad una distanza di circa tre mesi l'uno dall'altro.

L'intervento è stato eseguito in anestesia locale e durante tutto il trattamento non ho avuto alcun fastidio.
Dopo un paio di ore, esaurito l'effetto dell'anestesia, ho provato bruciore all'occhio accompagnato da una forte lacrimazione. Dopo l'assunzione di un antidolorifico il malessere si è attenuato fino a scomparire del tutto.

Dal mattino successivo non ho avvertito più alcun malessere . I risultati dell'intervento sono andati al di là di ogni mia rosea aspettativa, infatti, oltre ad arrestare la malattia ho avuto un graduale, ma costante miglioramento del campo visivo fin dal primo semestre dopo l'intervento.

Prima dell'intervento vedevo sfocato e con la sensazione di essere in controluce, mi sentivo abbagliato, dopo pochi mesi dall'intervento questi disturbi si erano attenuati fino a scomparire del tutto con il trascorrere dei mesi.

La curvatura della cornea è molto migliorata. La miopia e anche l'astigmatismo si sono notevolmente ridotti.
Posso concludere col dire che la mia esperienza è stata positiva e ringrazio il Dott. Badalà per la sua professionalità e umanità